Alessandro

20 anni

Nato a Brindisi, vive a Latiano (BR) con la sua famiglia. È l’ultimo di tre figli maschi ma il suo papà è il suo migliore amico. È molto legato alla sua famiglia.

Ha iniziato a ballare a 3 anni danze latino-americane e balli standard ma è solo a 11 anni che si è avvicinato alla danza e ha iniziato a studiare seriamente hip hop. La danza lo ha aiutato a uscire da momenti difficili come la perdita del nonno.

Uno dei momenti difficili che si è trovato ad affrontare è stato l’infortunio alla schiena di due anni fa che lo ha costretto a non ballare per più di sei mesi: “Pensavo che la mia carriera fosse finita, che non avrei mai più ballato in vita mia ma con tanta determinazione, forza e sacrifici anche economici da parte dei miei genitori, grazie alla riabilitazione e alla forza di volontà oggi sono quello che sono”.

Non ha una vera e propria aspirazione perché da quando ha avuto l’infortunio ha capito che deve apprezzare ogni singolo passo che fa in una sala di danza.

Si definisce un ballerino versatile, ama qualsiasi stile di danza (dal latino all’hip hop, al contemporaneo e al new modern e alla danza classica) l’importante è che riesca a emozionare.