Riassunto del Daytime di Amici, 13 Maggio

di Redazione Wittytv
Daytime
La puntata si apre con una gita? Dopo molto tempo in cui sono rimasti chiusi in casetta, i Bianchi escono per una serata speciale organizzata da Emma: il pullman li conduce presso un edificio, Briga pensa sia la casa del direttore artistico, ma in realtà come mostrato da lei stessa poco dopo, si tratta dello studio di registrazione dove sta preparando il suo nuovo lavoro discografico. Mattia è emozionato, non ha mai avuto la possibilità di registrare in uno studio come quello, Emma lo rassicura che capiterà anche a lui con il tempo.
In serata i ragazzi sono a cena in un ristorante; prima di iniziare però, Valentina fa sollevare il piatto di Emma e sotto il coach vi trova una serie di lettere scritte dai ragazzi; lei inizia a leggere alcune righe, ma poi temendo di emozionarsi troppo, le rimette nella borsa promettendo di leggerle quando sarà a casa. Si brinda agli eliminati Davide, Shaila e Cristian, poi la cena termina e il direttore artistico sprona i suoi affinché sabato diano il massimo, e mandino a casa un componente dei Blu.

La mattina dopo è tempo di nuove lezioni, Briga con Valentina palleggia in sala musica in attesa dell’arrivo di Emma; il rapper dice di aver dormito poco a causa della corposa cena del giorno prima, quindi inizia le prove. Il primo brano che Mattia fa ascoltare ad Emma è “Giudizi universali”, ma il risultato non è positivo, ammettendo di sentirsi appesantito anche a causa del suo leggero stato influenzale; dopo di che, fa sentire “Mi sono innamorato di te” e il risultato non sembra soddisfare pienamente il direttore artistico. Partono le note di “Roma capoccia”, Briga le ascolta un attimo, poi Emma riceve una chiamata; l’interlocutore dall’altra parte del telefono le dice che il brano in questione, benché lei dica di averlo nella cartella degli ospiti, è stato assegnato a Luca, lei si mostra visibilmente contrariata e Mattia quasi non crede possibile che il pezzo, da lui richiesto sin dall’inizio, non sia arrivato a lui. Mentre Briga si mostra decisamente dispiaciuto per la decisione, temendo che ci possa anche essere un duetto con il suo idolo Antonello Venditti, Emma non inquadrata sorride sorniona; il ragazzo le dice che in puntata farà sentire la sua voce; Emma pensa che ciò sia sufficiente per rivelargli lo scherzo perpetrato ai suoi danni, si è voluta vendicare di quello fatto da lui e Cristian e ora si ritiene pienamente soddisfatta, aggiungendo che sabato Briga duetterà proprio con Venditti su “Roma capoccia”.

Il ragazzo raggiante comincia le prove del brano, al termine del quale il direttore artistico nota come sia migliorato anche nelle note alte. Una delle prove previste per il serale è la “Battle”, uno scontro vocale tra le due squadre su brani dei loro direttori artistici; Elisa si ritrova in sala musica con Stash e Luca per decidere quali preparare; inizialmente i ragazzi e il coach provano “Together”, poi sentono “Ti vorrei sollevare”, sul quale applicano delle partizioni, e infine “Stay”.

Valentina è a lezione con Emma, i brani che deve preparare questa settimana sono “Se stasera sono qui” e “Bella senz’anima”; sul primo il direttore artistico la aiuta ad andare più a tempo, sul secondo il vocal coach la invita a lavorare sulla dinamica, cercando di arrivare gradualmente a cantarla, mentre Emma la esorta a far emergere più il fattore espressivo.

Giorgio si confronta con Prolli in sala danza, l’assistente gli chiede se sia soddisfatto del ballottaggio e se pensa che sia servito a farsi conoscere meglio dai giudici; il ballerino pensa di aver ballato bene, poi Prolli gli fa provare la prima coreografia fatta quando è entrato su “Take me to church”, avvisandolo di notare la differenza rispetto ad allora. Al termine delle prove, l’assistente si confronta con Giorgio, crede che lui stia pensando a qualcosa che non voglia dire e inoltre nota come, rispetto a prima, non stia più sgomitando e si sia lasciato andare sedendosi sugli allori; Giorgio risponde che non è così, ma l’assistente rincara la dose, lo vede poco “arrabbiato” sulla danza e lo invita a vivere ogni momento che manca da qui alla sua eventuale uscita o alla finale, al massimo. Il ballerino esterna quale sia il suo malessere, il suo obiettivo è la vittoria finale e pensa che, finchè farà cose non appartenenti alla sua disciplina, questo non avverrà mai; Prolli non accetta tale discorso, vuole che gli dimostri di aver provato fino alla fine tutto ciò che gli è stato assegnato e, prima di salutarlo, lo invita a sorridere di più.

Virginia prova con Amilcar una nuova coreografia nella quale mostra difficoltà in una presa; poco dopo l’assistente gli spiega di cosa tratti il pezzo, facendo riferimento a quello che accadeva ne “La vita è bella”, lei ammette di non aver visto il film, ma pensa si tratti dell’ultimo incontro tra due persone prima di morire. In giardino i blu riparlano della puntata appena trascorsa e Luca pensa di essere con Virginia tra i candidati al ballottaggio di sabato prossimo; Virginia teme che possa accadere di perdere entrambe le manches, Giorgio si rammarica poiché nel pomeridiano non perdeva mai un punto ed al serale non vince quasi mai. Virginia considera il ballerino buono anche se a volte ha atteggiamenti scontrosi, lui fa dell’ironia pensando che questo sia solo un sogno e presto entrambi si sveglieranno scoprendo che non c’è nulla di reale; Virginia pensa a Cristian e si chiede cosa stia facendo in quel momento, Giorgio pensa invece a quando uscirà e rivedrà la sua ragazza Laura nelle cose più semplici, che sembreranno ancora più belle rispetto a prima.